Child Wood: Il Mistero della Strega Bambina – La nostra recensione [ spoiler free ]

Se siete amanti di storie horror infarcite da suspance e mistero e avete voglia di essere voi a guidare l’ avanzare della storia allora questo è il librogame che farà per voi

L’ insolito caso di Child Wood

Child Wood è una delle ultimissime uscite di Little Rocket Games ( intervista QUI ) in collaborazione con Tuga Edizioni.

Nello specifico in questa recensione tratterò il primo di una serie di 3 librogame facenti parti di un progetto più ampio di cui parleremo più avanti.

In Child Wood: Il Mistero della Strega Bambina ( storia di Giampaolo Razzino e Fabio Antinucci, quest’ultimo autore anche dei testi ) verremo calati nei panni di Ron Stephenson, guardiacaccia di 47 anni, che dopo aver ricevuto una misteriosa lettera si lancia nell’ ultimo tentativo di ricerca di 4 ragazzini scomparsi nel bosco adiacente alla cittadina di Child Wood.

Non posso andare oltre altrimenti rischierei di rovinarvi tutta l’ esperienza e quindi da ora in poi mi limiterò a parlare del librogame nella sua concezione e stesura.

Siamo di fronte alla classica struttura di qualunque librogame: si leggono i paragrafi, si effettuano scelte multiple basate su bivi decisionali e si affrontano prove. Immancabile l’ utilizzo di un D6, o se volete due, e un foglio sul quale a segnare eventuali passi importanti.

L’ avventura, composta in totale da 102 pagine, ci farà addentrare in un fitto ed esteso bosco, cercando tra i suoi più nascosti antri.

Child Wood il mistero della strega bambina meniac recensione

Un tuffo negli anni 80

Il tema di fondo è horror con un pizzico di thriller. La scrittura è semplice ma allo stesso tempo coinvolgente. Spesso nei librogame, proprio per la loro natura frammentata, si tende a sintetizzare tutto e tutti e Child Wood non è esente da questo processo ma vi posso assicurare che ogni descrizione è più che sufficiente per creare la giusta atmosfera e stuzzicare la curiosità e l’ immaginazione.

Le illustrazioni ad opera di Alessandro De Stefano sono quanto di più consono si poteva desiderare in un libro del genere. Parlo di scene in bianco e nero con quel tratto definito ma mai troppo preciso che riesce a ricreare il mood anni 80 tanto caro alle produzioni del genere di quel periodo e riuscendo a far riaffiorare nella mente del lettore immagini di cult cinematografici horror quali La Casa e Non Aprite Quella Porta.

Diciamocelo poi… chi non ha fantasticato o si è addentrato in un bosco da ragazzino, con il cuore palpitante una volta che calava il sole? Questa è la prima sensazione che affiora “giocando” il libro, la stessa sensazione che personalmente ho provato quando vidi al cinema The Blair Witch Project.

Child Wood il mistero della strega bambina meniac recensione Child Wood il mistero della strega bambina meniac recensione

Il primo tassello di un’ opera

Ma veniamo a ciò che rende particolare questa opera. Come già detto questo è il primo volume di una serie di tre libri – il secondo e il terzo volume usciranno prossimamente – che faranno da compendio al gioco da tavolo di prossima pubblicazione dal titolo Child Wood – The Roleplaying Card Game

Attenzione!  Non stiamo parlando di volumi accessori ma bensì di parte necessaria all’ esperienza generale in quanto i libri andranno a narrare ciò che è accaduto dopo che i ragazzini sono scomparsi, il tutto visto da un protagonista che in fin dei conti è al di fuori di ogni evento accaduto precedentemente. Invece il gioco da tavolo narrerà come tutto ha avuto inizio e guiderà i giocatori all’ interno della nefasta scomparsa. Quindi per avere chiara tutta la storia sarà necessario possedere ogni tassello pezzi di questo puzzle. Decisamente un progetto molto invitante e stuzzichevole.

Tornando a Child Wood: Il Mistero della Strega Bambina posso solo che consigliarvene l’ acquisto. Un libro fin da subito accessibile a tutti e molto scorrevole.

Se siete amanti di storie horror infarcite da suspance e mistero e avete voglia di essere voi a guidare l’ avanzare della storia allora questo è il librogame che farà per voi. Io personalmente l’ ho divorato e mi sono chiuso all’ iterno del bosco di Child Wood impersonificandomi in Ron.

Ma ora la curiosità di andare ancora avanti è tanta, tantissima.

Se questo è il primo di un tris di dessert allora non vedo l’ ora di poter assaggiare il menù completo.

Augh

Child Wood il mistero della strega bambina meniac recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *