Manchester United Europe – Una sola squadra per domarli tutti

Non parliamo di certo dell’ eccellenza del genere, complice anche la mancanza di poter selezionare i giocatori in caso di difesa e una gestione del tiro/scivolata abbastanza confusionaria, ma tutto sommato si esce soddisfatti da ogni sessione di gioco.

Era il 1991

Manchester United Europe. Già… proprio lui. Ricordo ancora vividamente il giorno in cui lo acquistai. Avevo i famosissimi soldi della paghetta da poter spendere su un gioco e tra i tanti che mi si paravano davanti scelsi proprio lui. Ancora non ho ben chiaro il perchè lo feci ma rimasi in qualche modo ammaliato.

Avevo già speso ore e ore su Kick Off 2 e forse era proprio la voglia di mettere le mani su qualcosa di diverso che mi spinse nell’ acquisto. Non avevo letto nulla e non sapevo cosa mi potessi aspettare.

Tornato a casa ho immediatamente inserito il floppy nel mio adorato Amiga 500 e fin da subito rimasi colpito dall’ aspetto del gioco. Ma poco dopo scoprii l’ amara verità. Non si poteva scegliere una squadra ma si poteva giocare solo e soltanto con il Manchester United, team di cui non mi è mai fregato una beneamata cippa. Deluso da ciò decido comunque di spolpare il gioco, e ci mancherebbe altro visto che lo avevo pagato fior di vecchie lire.

Però, e sottolineo però, joystick alla mano la mia delusione iniziò ad affievolirsi in quanto il titolo si dimostrò fin da subito piuttosto giocabile e coinvolgente.

Manchester United Europe Amiga meniac 1

Vediamo un po’… scelgo scelgo … il Manchester

Manchester United Europe ( sviluppato da Krisalis Software – 1991 ) gode di una grafica molto pulita e dettagliata. Parliamo di una visuale orizzontale con giocatori ben animati e modellati. Oltre a ciò ho sempre amato la fisica della palla e il movimento dell’ arbitro in campo che segue assiduamente ogni azione. Non parliamo poi del pubblico sugli spalti che finalmente appare come un pubblico in carne ed ossa. Presenti anche i fotografi e la sicurezza a bordo campo, dettagli da non trascurare parlando sempre e solo dell’ aspetto visivo.

A livello di gameplay non c’è sicuramente da strapparsi i capelli in quanto le possibilità offerte sono veramente poche. Si può tirare o entrare in tackle e altre azioni possibili come i colpi di testa o i tiri al volo saranno gestiti dall’ IA. Proprio l’ IA è un’ altra caratteristica che vale la pena menzionare in quanto le squadre avversarie daranno filo da torcere costringendoci ad orchestrare il gioco di squadra e rendendo quasi impossibili le azioni in solitaria. Peccato che non ci sia stata molta cura nella gestione dei portieri in quanto arrivati in area avversaria sarà abbastanza facile fare goal ( in verità si riesce a segnare già poco dopo il centrocampo, ndr ).

Aggiungiamo al tutto la possibilità di gestire il nostro team con una vera e propria gestione manageriale e il poter disputare diverse coppe tra cui la coppa EUFA e il campionato mondiale per Club.

Menzione al comparto audio che oltre alle buonissime tracce riprodotte nei menù di gioco propone anche un piacevole brusio di fondo durante le partite con tanto di boato in caso di goal.

Manchester United Europe Amiga meniac 1

Un gioco da dimenticare?

Non parliamo di certo dell’ eccellenza del genere, complice anche la mancanza di poter selezionare i giocatori in caso di difesa e una gestione del tiro/scivolata abbastanza confusionaria, ma tutto sommato si esce soddisfatti da ogni sessione di gioco. In multiplayer poi  cambia tutto e giocare contro un amico richiede molta più orchestrazione e pertanto maggiore soddisfazione durante il gameplay.

Perciò tutt’ ora non mi pento dell’ acquisto che feci e anche se il Manchester United rimane sempre una squadra di calcio riposta nell’ angolo più oscuro della mia mente questo gioco continua invece a mantenere un posto ben vivido nella mia memoria.

Consiglio di provarlo almeno una volta.

Augh.

Manchester United Europe Amiga meniac 1

4 pensieri riguardo “Manchester United Europe – Una sola squadra per domarli tutti

  • Taribo West
    Maggio 25, 2019 in 12:27 pm
    Permalink

    Beh…io mi ci sono fuso le pupille su questo titolo. GIOCONE! 8)

    Risposta
  • Avatar
    Maggio 25, 2019 in 4:02 pm
    Permalink

    L’ho consumato da piccolo con mio cugino più grande. Piccola chicca, ricordo come fosse ieri quando feci la scoperta che Paul Ince era di colore nel mondo reale… Nel gioco infatti erano tutti bianchi di carnagione con i capelli neri, compreso lui, e lì caddero tutte le mie certezze da espertone di Man Utd che credevo di essere dopo mesi e mesi di onorata carriera sull’Amiga 😀

    Grande gioco ad ogni modo! Bella Francè.

    Risposta
    • Francesco Soccolini
      Maggio 25, 2019 in 9:35 pm
      Permalink

      È un titolo molto discusso ma nel panorama dei calcistici del tempo si è distinto tra tanti, in particolar modo per i dettagli… vedi la sostituzione ( il giocatore che si toglie la tuta prima di entrare in campo era tanta roba! ). Comunque il focus su Paul Ince è una vera sad story 8)))))

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *