Atic Atac – Una chiave, una sola uscita, centinaia di stanze

Azione, azione e ancora azione con piccole dosi di astuzia relegate alle capacità del giocatore. Una formula più che vincente che associata ad uno stile grafico delizioso rende questo titolo il capolavoro che merita di essere

Tre pezzi per fuggire e del castello dimenticarsi

Atic Atac ( Ultimate Play Game / 1983 – Autori : Tim e Chris Stamper ) è uno dei masterpiece dello ZX Spectrum ( 48k min ).

Parliamo di un adventure game dinamico dove dovremo recuperare una chiave, denominata A.C.G. ( Ashby Computer Graphics – il nome della software house dei fratelli Stamper consociata ad Ultimate Play the Game)  per fuggire da un labirintico maniero infestato da strane e magiche creature.

La chiave è stata però divisa in tre parti e starà a noi recuperarle dai rispettivi tenutari ( boss ) per poter poi fuggire senza colpo ferire… o almeno si spera.

Il castello è costituito da cinque piani in totale ( attico, primo piano, piano terra, piano interrato e un sotterraneo ) suddivisi in decine di stanze popolate da nemici in ogni dove. La visuale di gioco è top-down con tanto di una semplice, ma alquanto funzionale, prospettiva 3D.

Potremo utilizzare ben tre distinti personaggi, ognuno con le proprie caratteristiche: un cavaliere armato di ascia, un garzone armato di coltelli e un mago che può lanciare incantesimi.

Atic Atac Zx Spectrum 48k meniac recensione 3

Semplicemente efficace

In estrema sintesi bisognerà spostarsi compulsivamente da una stanza all’ altra, collezionando oggetti utili al nostro incedere ( massimo 3 in inventario tenendo conto anche dei pezzi di chiave ) e cercando vie d’ accesso a nuovi piani e naturalmente i tre tanto agognati pezzi di chiave.

Alcune porte colorate ci indicheranno che sarà ncessario possedere la chiave del rispettivo colore per poter essere aperte, mentre altre si apriranno a tempo, costringendoci per alcuni istanti ad esere in compagnia dei malevoli inquilini.

A questo aggiungete anche passaggi segreti ultilizzabili solo da determinati personaggi, botole ( sfruttabili per scendere rapidamente da un piano all’ altro ) e oggetti speciali che potranno essere utilizzati per tenere alla larga specifici nemici come ad esempio il Conte Dracula.

L’ azione è frenetica e ci troveremo a viaggiare in lungo e in largo, schivando nemici e cercando scorte di cibo. Già il cibo. Nel lato sinistro dello schermo di gioco, oltre agli oggetti posseduti e al tempo speso nel nostro girovagare, sarà ben visibile un pollo arrosto.

Il pollo arrosto simboleggia la nostra energia vitale, che andrà esaurendosi con il tempo e scenderà ancora più velocemente se entreremo in contatto con i nemici. A tal pro ci verranno incontro alcuni vivande, sparse per le stanze, in grado di farci recuperare punti vita.

Atic Atac Zx Spectrum 48k meniac recensione 1

Occhi, orecchie e cuore

Graficamente siamo su buonissimi livelli. Nonostante la paletta monocromatica dello ZX, il gioco è un vero piacere per gli occhi. Le stanze sono, nel loro splendido minimalismo, ricche di dettagli come quadri, insegne, tappeti, armature, scudi, effigi e altro ancora. Gli sprite sono grandi, con una buona varietà,  e il gioco è fluidissimo.

Nonostante manchi una musica di background il gioco gode di un buon parco di effetti sonori come i passi, il suono delle nostre armi, lo porte che si aprono e chiudono e questo basta per contestualizzare al meglio l’ avventura e l’ esperienza complessiva di gioco.

Il gampelay come già detto è frenetico e molto semplice ma le molte stanze presenti creano un senso di disorientamento fin dalle prime battute, nonostante il level design sia ben strutturato. Fortuna che spesso si trovino scudi appesi alle pareti che indicano la direzione de seguire per raggiungere l’ uscita.

Non si parla di un gioco impossibile sia chiaro ma necessita comunue di un tempo di apprendimento, apprendimento necessario per potersi destreggiare al meglio, utilizzando un pizzico di strategia applicata al recupero dell’ energia. Già perchè il sapere dosare con cura quando rigenerare la propria energia grazie alle vivande sarà la chiave di volta per sopravvivere quanto basta per fuggire.

Azione, azione e ancora azione con piccole dosi di astuzia relegate alle capacità del giocatore. Una formula più che vincente che associata ad uno stile grafico delizioso rende questo titolo il capolavoro che merita di essere.

Giocatelo. Punto.


Atic Atac meniac map
La mappa di Atic Atac
Atic Atac meniac zx spectrum original cover

2 pensieri riguardo “Atic Atac – Una chiave, una sola uscita, centinaia di stanze

  • Avatar
    Novembre 15, 2020 in 8:31 pm
    Permalink

    Una cosa che non molti sanno è che la disposizione dei tre pezzi delle chiavi varia da partita a partita; tuttavia alla prima partita dopo il caricamento, è sempre la stessa.

    Rispondi
    • Francesco Soccolini
      Novembre 15, 2020 in 11:15 pm
      Permalink

      Grazie del tips e benvenuto !

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *