sabato, Aprile 20, 2024
BOARDGAMES

I Tre Piccoli Porcellini – La nostra recensione

Se riuscite a trovarlo fateci un pensierino perchè è un gioco piacevole che riesce a coinvolgere piccoli e grandi

Siam tre piccoli porcellin

Ed eccoci tornare nei territori dei kinder-games. Oggi vi parlerò de I tre Piccoli Porcellini, gioco edito nel 2014 da Iello USA ed edito in Italia da Asterion Press ( oggi Asmodee Italia ).

Il gioco fa parte della serie Tales & Games, quindi giochi basati su famosissime favole per bambini.

I Tre Piccoli Porcellini ( 2-5 giocatori / età 7+ / designer : Laurent Pouchain ) propone diverse meccaniche di gioco quali collezione di set, piazzamento tessere, push-your-luck.

i tre piccoli porcellini meniac recensione 3

Attenti al lupo

Setup rapidissimo, come è giusto che sia…mica vorremo far annoiare i nostri piccoli giocatori, giusto?

Basterà disporre le 36 tessere casa disponibili organizzandole in 3 colonne ordinate per tipologia, ovvero paglia, legno, mattoni. Ogni colonna comprenderà 3 file composte dalle parti delle case, nello specifico tetto, finestre, porta. Il mercato delle tessere è pronto.

Poi si disporrà il quadrante del lupo, composto da una una cerchio con una lancetta, accanto alle pile di tessere e via, all’ azione.

Ogni giocatore durante il suo turno lancerà ben 5 dadi custom e tramite i risultati ottenuti potrà prendere dal mercato la tipologia di tessera che gli interessa. Va tenuto conto che ogni giocatore potrà lanciare i dadi per ben 3 volte, riservando risultati oppure rilanciandoli tutti.

I dadi ( D6 nello specifico ) presenteranno risultati quali finestra, porta, tetto, lupo. Se alla fine del nostri lanci o del nostro lancio, avremo totalizzato due simboli identici ( 2 porte, 2 finestre, 2 tetti ) potremo prendere il rispettivo elemento dalla pila della paglia. Con 3 simboli identici potremo scegliere dalla pila di paglia e da quella di legno mentre con 4 da quella dalla pila di paglia, di legno e di mattoni.

Tramite le tessere casa ottenute costruiremo le nostre casette tenendo conto che una casa dovrà sempre avere almeno una porta o una finestra come base per poter poggiare il tetto. Non c’è limite alle tessere finestra che potremo costruire su una singola casa ma una volta posato il tetto la casa sarà finita e non potremo più aggiungere pezzi.

Una casa può anche essere costituita da diversi elementi quindi potremmo avere una casa con la porta di legno, la finestra di paglia e il tetto di mattoni.

Si potranno costruire più case, una accanto all’ altra anche se non tutte sono state completate.

Ma cosa succede quando nei risultati esce il lupo?

Se lanciando uscirà un risultato lupo allora quel dado andrà messo da parte e non potrà essere utilizzato per il lancio successivo, sempre che ci sia necessità di lanciare nuovamente. Se al nuovo lancio uscirà un altro lupo allora il giocatore interromperà immediatamente i lanci, sceglierà un giocatore avversario e una sua casa specifica e soffierà sull’ apposito quadrante per identificare quale elemento spazzerà via dalla casa del giocatore bersaglio ( anche una schicchera sarà ben gradita, ndr ). Tutti gli elementi della casa dello stesso tipo dovranno essere rimossi.

In soldoni, totalizzando due o più risultati lupo si andrà a recare danno agli avversari.

La partita termina quando un certo numero di tessere casa saranno esaurite nel mercato, a seconda del numero di giocatori ( es. in due giocatori terminerà quando saranno esauriti 2 mazzetti, in tre 3 mazzetti e così via ).

Si andrà poi alla conta dei punti. Ogni tessera casa contiene l’ icona di due o più porcellini a seconda della tipologia di materiale. Chi avrà totalizzato il maggior numero di porcellini sarà il vincitore. Contano solo le case che hanno una tetto, sia chiaro.

E’ possibile aggiungere una variante al gioco che prevede delle carte obiettivo che daranno un boost al punteggio finale come ad esempio un +3 al giocatore che ha più vasi di fiori nelle tessere casa oppure un +3 al giocatore che ha più case complete alla fine della partita e altro ancora.

i tre piccoli porcellini meniac recensione 4

Piacevolissimo

Che dire, questo gioco ci ha sorpreso. Nonostante si tratti di un titolo per bambini riesce a divertire anche i grandi, skillati o meno che siano. La meccanica di rilancio dei dadi e riserva degli stessi, per ottimizzare al massimo i risultati e limitare la dea bendata, è molto molto apprezzabile. Non da meno la componente strategica che si può assimilare alla fase di costruzione, piazzamento e danno mirato.

Un gioco che nella sua semplicità mixa diverse meccaniche in modo chiaro e assolutamente divertente, proponendo sia interazione indiretta che indiretta.

A livello di materiali non ho nulla da dire, anzi menziono la box a forma di libro, con copertina magnetica, che al suo interno ha un bellissimo organizer per ospitare le componenti di gioco. In generale, l’ artwork ad opera Xavier Collette è molto gradevole e trovo l’ illustrazione principale molto bella.

Come plus, oltre ai materiali e al regolamento troveremo anche la novella dei Tre Porcellini adattata da Benoit Forget.

Se riuscite a trovarlo fateci un pensierino perchè è un gioco piacevole che riesce a coinvolgere i piccoli, facendogli usare la testa, ma risulta anche gradevole come introduttivo, molto molto leggero, in fase aperitivo prima di una cavalcata all’ interno di qualche puzzolente dungeon.

Per i vostri acquisti vi consigliamo MagicMerchant.itil Mega-Store online di Giochi da Tavolo, di carte e di Ruolo.

Augh.


i tre piccoli porcellini meniac recensione 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *