The Goonies 2, il seguito che non ti aspetti

The Goonies 2 è un titolo che molti snobbano oppure reputano mediocre. Bene cari signori, a mio personale avviso vi state sbagliando e non ho remore nello scriverlo.

C’ erano una volta i Goonies

I Goonies è uno tra i 10 film che ho visto più volte in vita mia e non dimenticherò mai l’ avventura del gruppo di ragazzini di Astoria dell’ Oregon.

Un cult anni ’80 e fin qui non ci piove. Nonostante un seguito fosse richiesto ad alta voce non fu mai prodotto. Ma ecco che in ambito videoludico ci pensò Konami nel 1987 dando vita ad uno tra i migliori giochi dell’ era NES .

The Goonies 2 prende la formula del precedente capitolo – perchè era stato già prodotto un gioco dedicato al film dal titolo The Goonies: The Videogame che non ha mai varcato i confini europei al tempo – e la espande creando un mix ben congeniato di platform e piccoli elementi da gdr che ancora oggi riesce a coinvolgere.

La storia, creata di sana pianta, vede nuovamente Mikey in prima linea intento nel recuperare i Goonies rapiti dalla banda Fratelli che, usciti di prigione, vogliono vendicarsi per quanto subito durante la ricerca del tesoro di Willie l’ Orbo. Oltre a questo aggiungiamo anche il rapimento di una sirenetta, Annie, che dovremo portare in salvo. Il sequel è servito.

The Goonies 2 meniac review The Goonies 2 meniac review

A tutto NES

Il gameplay è una piccola perla. Si passerà da sezioni esplorative in pieno stile platform a schermate in prima persona in 3D con spiccati elementi da gioco di ruolo e piccoli puzzle ambientali basati più che altro sull’ utilizzo di determinati oggetti al momento opportuno, il tutto perfettamente inserito all’ interno di una progressione non lineare in un unico mondo connesso.

Ritroveremo situazioni familiari a chi ha masticato la pellicola di Steven Spielberg come la casa, la cantina, il ponte sospeso e altro ancora oltre a nuove location che faranno da sfondo alla nostra avventura. Interessante l’ inserimento del back-side, una sorta di mondo parallelo accedibile da alcune porte sparse nel mondo di gioco, che ci permetterà di acquisire oggetti utili alla nostra ricerca e anche di attivare alcuni warp.

Diverse saranno le armi a cui ci potremo affidare, partendo dal nostro fido yo-yo fino ad arrivare all’ utilizzo di bombe, boomerang, fionde, martelli e via dicendo.

Graficamente The Goonies 2 è un gioco senza infamia e senza lode. Gli ambienti sono deliziosi, seppur minimali nella paletta cromatica utilizzata, e ogni zona sarà caratterizzata da un colore predominante in modo da rimarcarne il carattere. Diciamo che, detto così ai minimi termini, è una sorta di reinterpretazione di Castlevania.

Gli sprite non fanno certo gridare al miracolo ma tutto sommato sono perfetti nell’ economia del gioco e il loro essere approssimativi in molte occasioni per certi versi non disturba affatto, anzi. La tipologia di nemici è piuttosto varia e ogni gruppo avrà pattern di attacco e comportamento differente.

Il gioco è fluido e reattivo e il level design, che sfrutta orizzontalità e verticalità degli ambienti, commistionato ad un buon bilanciamento della difficoltà rendono la nostra esplorazione avvincente e sfidante. Immancabile il backtracking, necessario in questa tipologia di giochi al fine di essere sicuri di non aver lasciato indietro oggetti utili al nostro proseguo.

Menzione d’ onore al comparto sonoro che spicca per la qualità delle tracce audio, con tanto di trasposizione di The Goonies ‘R’ Good Enough di Cindy Lauper.

The Goonies 2 meniac review The Goonies 2 meniac review

Quando il film non c’è ci pensa il videogioco

The Goonies 2, che ricordo essere un’ esclusiva per NES a differenza del primo capitolo, è un gioco che dovreste recuperare se non l’ avete mai giocato. Semplice nella sua struttura ma complesso da portare a termine.

Un gioco che richiede al giocatore pazienza e tanta osservazione. A molti potrebbe risultare frustrante in quanto sarà facile trovarsi bloccati nell’ incedere ma basterà ripercorrere i nostri passi e aguzzare l’ ingegno per trovare la soluzione che stavamo cercando.

Un platform-adventure-gdr che riesce nell’ arduo intento di dare un seguito ad un’ icona della filmografia, riuscendoci alla grande e creando un mix di generi che ben si fondono tra loro senza mai risultare stucchevoli o fine a se stessi.

The Goonies 2 è un titolo che molti snobbano oppure reputano mediocre. Bene cari signori, a mio personale avviso vi state sbagliando e non ho remore nello scriverlo.

Augh.

The Goonies 2 meniac review The Goonies 2 meniac review

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *