The Nightland – Quando il C64 diventa companion app

Un titolo da giocare anche in compagnia di bambini, magari tessendo intorno agli eventi di gioco anche storie parallele, senza dare freno alla propria immaginazione.

E poi venne l’ oscurità…

Nel mondo indie ad 8bit si fanno sempre scoperte molto piacevoli. Questo è il caso di The Nightland, gioco per Commodore 64 sviluppato da Alessio Scanderebech.

Cosa rende particolare questo titolo? La sua natura a metà strada tra gioco digitale e gioco analogico. Parliamo di un boardgame, un gioco da tavolo Print and Play di natura molto semplice a sfondo fantasy.

E cosa c’ entra in tutto questo il nostro caro biscottone? Il C64 sarà la companion app, o master se preferite e in base ai risultati dei nostri lanci di dadi detterà eventi e conseguenze, oltre che gestire il nostro opponente virtuale.

The Nightland mette in scena un mondo ormai avvolto dall’ oscurità dove l’ unica salvezza è riuscire a raggiungere la cittadella che grazie alle sue mura miracolose sembra riuscire a resistere alle tenebre. Soltanto una persona può ancora essere ammessa all’ interno della cittadella. Saremo in grado di arrivare alle tanto agognate porte il prima possibile?

Come funziona

Per giocare, oltre al C64 naturalmente, sarà necessario stampare la board di gioco, un dado a 6 facce e due pedine per tenere traccia degli spostamenti del nostro personaggio e dell’ antagonista.

All’ inizio potremo anche scegliere chi vorremo interpretare scegliendo tra Paladino, Nano o Gigante. Non ho capito se questa scelta influenza o meno gli eventi di gioco ma ad ogni modo risulta interessante per l’ immedesimazione in-game.

Il flusso di gioco è molto semplice: si lancia il dado, si immette il risultato e il buon C64 ci dirà cosa sta accadendo. Dopo il nostro turno l’ IA ( dai, ci sta, ndr ) lancerà per l’ altro giocatore e ci narrerà i suoi movimenti ed eventi.

Il primo che varcherà la soglia della cittadella potrà ritenersi salvo.

Semplice e interessante

Non aspettatevi grafiche varie. Tutto è testuale e cosa non da poco, in inglese ( Alessio, perchè non pensi anche ad una versione in italiano ? ).

Molto carina la grafica della board che ricorda gli artworks degli RPG cartacei anni 80.

The Nightland in definitiva è una sorta di gioco dell’ oca molto ambientato e l’ idea di utilizzare il C64 come fosse il Master lo rende molto intrigante.

Un titolo da giocare anche in compagnia di bambini, magari tessendo intorno agli eventi di gioco anche storie parallele, senza dare freno alla propria immaginazione.

Se proprio siete dei completisti e non volete aumentare il grado di coinvolgimento segnaliamo che è possibile ottenere anche l’ OST a questo LINK.

Vi consiglio di provarlo. Trovate The Nightland QUI.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *