Provato Gray Dawn – Non c’è più religione ?

preteCi imbatteremo direttamente in quelli che sembrano echi della nostra coscienza di uomo di chiesa che cerca la propria redenzione […]

Intro

gray dawn meniacControverso,psicologico e clericale… o forse anticlericale?

Ho appena installato la key di Gray Dawn, thriller psicologico a tinte ecclesiastiche gentilmente donato alla nostra redazione dal team di sviluppo Interactive Stone e mi ritrovo qui a dirvene due su questo gioco nuovo di pacca.

A breve, forse , potremmo anche offrirvi un “botta e risposta“ con i developers stessi a cui abbiamo sottoposto alcune domande a 360° sul titolo che vedrà la luce su PC il prossimo 9 giugno.

Verità ed illusione

Di origini svedesi e sospettati di omicidio , impersonificheremo , tramite ad una visuale in prima persona , le sembianze di Padre Abrham , intenti a dimostrare la nostra innocenza a seguito di una misteriosa sparizione in cui sembrerebbe siamo coinvolti fino al collo.

gray dawn meniacIn questo percorso che si preannuncia a dir poco tortuoso , ci imbatteremo direttamente in quelli che sembrano echi della nostra coscienza di uomo di chiesa che cerca la propria redenzione , i quali si materializzeranno in realtà parallele e visioni demoniache e divine .

Ora non saprei dirvi , o non voglio per non rovinarvi il sorpresone , se queste realtà parallele derivino dal senso di colpevolezza del nostro prete o sia soltanto opera del maligno , ma posso certamente confidarvi che ne vedrete delle stravaganti, a dir poco, durante il gameplay.

Si preannuncia dunque uno scontro con il paranormale al fine di provare la propria innocenza e scoprire quello che si cela dietro il mistero di un ragazzo scomparso.

Acerbe prime impressioni pre-release

Ho avviato il gioco e si è aperto in finestra ( ricordo che sto provando una versione pre-release ) , successivamente ho assistito all’intro totalmente in inglese supportata da illeggibili sottotitoli.

gray dawn meniac

Vien da se che la versione definitiva al rilascio non abbia di questi piccoli inconvienenti ( spero ), ma il contrasto di colori dei sottotitoli mi auguro , per Interactive Stone e per i poveri bulbi oculari dei players , sia stato rivisto in termini cromatici.

Il gioco , da par suo , sfrutta a dovere l’ Unreal Engine 4 ed è un piacere da esplorare, così come i comandi puntuali e responsivi , tutto ciò mi fa ben sperare a livello di puro entertainment videoludico.

Si o No ?

gray dawn meniacAnche se non sono un amante del genere ( horror in prima persona ) voglio dare una chance a questo Gray Dawn , in virtù del fatto che andremo a scontrarci ( oltre che col maligno/divino ) con enigmi da risolvere più o meno complessi , alla costante ricerca della pace che durante l’avventura il nostro Abramo non ha.

Credo che chiunque sia appassionato del genere troverà il gioco di suo gradimento… chi invece propende già per il “satanasso” probabilmente lo adorerà .

Non ci resta che viverlo sulla nostra pelle e vedere se potremo goderne o se sarà un vero e proprio “Atto di dolore”.