Astoria: La Ferrovia degli Animali – La nostra recensione

Se cercate un gestionale semplice da spiegare e da giocare, ma che non lascia spazio ad errori, con tanto di pianificazione a medio termine, questo è il gioco che fa per voi.

L’ età dell’oro nelle terre di Astoria

Sviluppo economico. Compravendita di risorse. Ferrovie, città e curiose fazioni antropomorfe.

Già, stiamo parlando di Astoria: La Ferrovia degli Animali ( 2-5 giocatori / età 8+ ), edizione italiana a cura di Pendragon Game Studio di Racoon Tycoon ( Forbidden Games – designer: Glenn Drover ).

Nei panni di un imprenditore dovremo diventare il più grande magnate ferroviario di Astoria. Come? Naturalmente acquisendo risorse, rivendendole al miglior prezzo, acquisendo intere città e accaparrandosi contratti ferroviari.

Astoria la ferrovia degli animali meniac recensione 3

Valore, acquisto, vendita

Astoria è in definitiva un gioco di collezionamento risorse e aste; un gestionale economico volendo proprio minimizzare al massimo.

Dopo un setup abbastanza rapido ogni giocatore potrà eseguire una delle seguenti azioni: giocare un carta produzione, vendere risorse, acquisire una città, indire un’ asta ferroviaria, acquisire un edificio.

Giocare una carta produzione permetterà di acquisire risorse ( max 3 inizialmente ) divise in ferro, grano, carbone, legno, prodotti industriali, beni di lusso e di conseguenza far crescere il prezzo di mercato di alcune di queste categorie.

Vendere risorse ci permetterà di guadagnare denaro a seconda del prezzo di vendita delle risorsa stessa, e ne farà calare il prezzo in base al numero di unità vendute.

Si potrà acquisire una città spendendo il numero di risorse richieste, acquisire edifici spendendo il denaro necessario ed aumentando così le proprie capacità economiche, produttive e di storage, e si potrà dare il via ad un’ asta per aggiudicarsi un contratto ferroviario.

Ogni giocatore inzia con 10$ dollari e tre carte produzione ( massimo di mano consentito inizialmente) ed avrà un magazzino capace di ospitare fino ad un massimo di 10 risorse.

Vince il gioco colui che, una volta terminato il mazzo città o il mazzo ferrovia, avrà guadagnato più punti donati da edifici, carte città e carte ferrovia.

Bisognerà tenere conto delle combo offerte dalla carte in quanto più carte ferrovia della stessa tipologia ne aumeteranno i punti guadagnati e ogni coppia città-ferrovia donerà punti aggiuntivi. Oltre a questo ci saranno edifici che potranno far aumentare il vostro punteggio finale.

Astoria la ferrovia degli animali meniac recensione 9

Gatti Ciccioni, Ricchi Procioni

Astoria è un gioco coinvolgente, ben ambientato e molto molto tattico, gestionalmente parlando.

Il saper gestire al meglio le proprie risorse, aumentando a proprio pro il valore di mercato per guadagnare soldi da spendere opportunamente in edifici ed aste, oppure svalutandole tenendo conto degli investimenti degli altri giocatori, sarà il motore principale del gameplay.

Sarà necessario tenere d’ occhio le mosse degli altri giocatori, cercando di ostacolarli e non utimo cercare di sviluppare i propri edifici al fine di aumentare il proprio valore produttivo, le proprie capacità di magazzino ( a mio avviso fondamentale ) e le proprie possibilità economiche.

Le aste sono molto divertenti e garantiranno un’ azione aggiuntiva al giocatore che le vincerà, ma soltanto ai partecipanti, non a chi ha indetto l’ asta.

Astoria la ferrovia degli animali meniac recensione 5

Nulla è lasciato al caso. Ogni azione ha una reale conseguenza che si riflette nell’ economia generale del gioco con effetti tangibili e a volte molto importanti.

I materiali sono ottimi. La box è organizzata benissimo. Le carte sono di buonissima fattura, come anche i soldi, i token risorsa e le tessere edificio. Tutto è di cartone spesso e compatto ( soldi a parte, eh, ndr ). Il tabellone di gioco inoltre presenta tutti gli spazi necessari ai mazzi principali di gioco, con un’ iconografia chiara e ben distinta.

Inoltre potete pimpare il tutto acquistando meeple e risorse in legno come add-on ( li trovate QUI , ma nel caso siate interessati correte perchè sono disponibili in quantità limitata ).

L’ artwork poi è semplicemente stupendo. Le illustrazioni sono favolose, riflettendo uno stile vottoriano e “puccioso” che rende il gioco al tavolo un vero piacere per gli occhi.

Ma attenzione a non farvi trarre in inganno dalla veste grafica: Astoria è un gioco che richiede attenzione, pianificazione e concentrazione massima riguardo all’ obiettivo che ogni giocatore si prefiggerà.

Un gioco spietato, lasciatemi dire.

Semplice, coinvolgente e divertente

Come detto in precedenza nulla è lasciato al caso e lasciarsi soffiare un determinato edificio, ad esempio, potrebbe influire non poco sul punteggio finale.

Il gioco scorre benissimo anche al minimo dei giocatori, anche se le aste in questo caso risentono un po’ della limitazione dettata dal regolamento. Di sicuro il massimo viene fuori da 3 giocatori in su dove il flusso di gioco sarà per forza di cose più movimentato e articolato.

Tenete conto che una partita richiederà circa 2 ore. Sulla box è riportato 60/90 minuti ma quando il gioco entrerà nel vivo sarà necessario ragionare e valutare ogni mossa e questo porterà ad allungare i tempi di gioco.

Va detto che comunque che è un gioco che non annoia, anzi i tempi morti aiutano a ragionare bene le proprie mosse e quindi le attese non pesano sull’ esperienza complessiva al tavolo.

Se cercate un gestionale semplice da spiegare e da giocare, ma che non lascia spazio ad errori, con tanto di pianificazione a medio termine, questo è il gioco che fa per voi.

Consigliatissimo. Fateci un pensierino e magari fate un salto su Magic Merchant.

Augh.


Astoria la ferrovia degli animali meniac recensione 8