Dungeon Master – Il gioco che ha forgiato un intero genere

wizard meniacTutte le caratteristiche necessarie ad un grande gioco di ruolo ci sono tutte. Nulla è stato lasciato al caso.

Al cospetto del Master

dungeon master videogameInchinatevi dinanzi al maestoso Dungeon Master, videogame rilasciato nel 1987 da FTL Games su Amiga, Atari ST, Super Nintendo, Sistemi Ms-Dos e Apple II.

Nel caso di Dungeon Master si potrebbe scrivere per ore ma per non risultare prolisso e forse forse anche ridondante mi limiterò nel raccontarvi quanto importante è stato questo gioco di ruolo.

Parliamo di un titolo che ci catapulterà all’ interno di un pericolosissimo dungeon, prendendo spunto da blasonati brand come Dungeons & Dragons. Il nostro scopo sarà quello di recuperare il Librasolus, staffa del fuoco necessaria per sconfiggere Lord Chaos. Detto ciò capirete bene che incarnare i campioni designati a questo scopo non sarà di certo un’ impresa da prendere sottogamba.

Senza apparente via d’ uscita

dungeon master videogameUn volta scelti i nostri quattro personaggi all’ interno della halls of champions, tra ben 24 disponibili e 4 classi principali ( guerriero, mago, prete e ninja ) ci troveremo catapultati all’ interno di claustrofobici cunicoli dove nemici, trappole, puzzle e tesori saranno tutti ben posizionati ad attendere il nostro passaggio.

Perdersi è all’ ordine del giorno e spessissimo mi sono ritrovato a girare per gli stessi corridoi più volte di seguito, smarrito e sconfortato. Infatti mi attrezzai con matita e foglio quadrettato ed iniziai e disegnare ogni stanza che attraversavo, con tanto di doverose note.

La magia di questo gioco è anche questo, il sapersi perdere mentalmente e digitalmente all’ interno di un videogame che sapientemente fonde gioco di ruolo e arcade all’ interno del classico ambiente fantasy.

Tratti caratteristici e innovazione

Anche a livello tecnico siamo di fronte ad un capolavoro.

Innazituttto vediamo il modello di input dei comandi: entra in gioco in modo prepotente l’ ultilizzo del mouse il quale permette l’ interazione con il mondo di gioco che ci circonda. Non parliamo poi della visuale in prima persona in ambienti 3D con tanto d’ intefraccia progettata per essere veramente user friendly.

dungeon master videogameArea di gioco vasta ( 14 livelli in totale ), tanto che su Amiga era necessaria l ‘espansione di memoria, piena di pericoli e tante azioni a disposizione. Si possono utilizzare diversi incantesimi combinando delle pietre runiche ma per farlo è necessario provare ad interpretare i simboli delle rune e concatenarli in successione sperando in qualche risultato.

Una delle tante possibilità che il gioco offre e che mi rimarrà per sempre impressa è che si potevano mangiare i resti dei nemici appena uccisi in modo da recuperare energia ( meccanica che non avevo mai visto prima in quegli anni ). E non parliamo della possibilità di trasportare i compagni caduti sulle spalle fino al successivo checkpoint in modo da poterli resuscitare.

Il gioco prevede anche il poter cambiare la disposizione dei nostri personaggi gestendo così prima linea e seconda linea, la gestione della mano destra e della mano sinistra per quanto riguarda l’ equip di strumenti di offesa e difesa oltre che un corposo inventario per ogni personaggio con tanto di gestione di cibo e acqua.

Tutte le caratteristiche necessarie ad un grande gioco di ruolo ci sono tutte. Nulla è stato lasciato al caso. Riposarsi, guadagnare esperienza, salire di livello, creare pozioni, combattere creature dall’ aspetto mitologico e la continua sensazione di sentirsi braccati da qualcosa di più grande di noi. Perfetto direi.

Voglio anche sottolineare che tutto il gameplay è sviluppato in real time, ulteriore innovazione che non può passare inosservata.

Pur parlando sempre del 1987  è un peccato che FTL non dedicò molto cura al reparto sonoro. Il titolo ha qualche scarno effetto per le azioni principali, un abbozzato synth vocale e nulla di più anche se ci fù lo sforzo di inserire nella versione Amiga la diffusione stereofonica.

Una pietra miliare

dungeon master videogameDungeon Master è un gioco difficile da portare a termine. Richiede molta dedizione e tanta sperimentazione. Ma d’ altronde è questo quello che FTL voleva: trasportare il giocatore all’ interno di una terrorizzante, claustrofobica e complicata avventura dove la disperata e necessaria ricerca della salvezza deve scontrarsi con orrori e malvagità.

Se non avete mai giocato Dungeon Master vi consiglio vivamente di recuperarlo.

Non sentirete il peso degli anni nonostante all’ inizio potrebbe sembrarvi piuttosto legnoso nei movimenti. Ma dopo qualche minuto, necessario alla presa di coscienza di quello che state giocando, difficilmente riuscirete a staccarvi dal mouse.

Dungeon Master è un capolavoro senza tempo.

Dungeon Master è ” il Master “.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *