Press Start Gamebooks – Anteprima

Se il buongiorno si vede dal mattino, sarà sicuramente una bella giornata di sole splendente

Arcade a tutto testo

Arcade, mood da cabinato e librogame. Una commistione che funziona.

In estrema sintesi Press Start è proprio questo, una serie di librogame a tema unico che ripropone l’ esperienza di classici videogames arcade trasportandola su carta, penna e dadi.

Al momento è attiva la campagna di raccolta fondi su Gamefound ( LINK ) e noi, intrepidi e incalliti retrogamers, non abbiamo resistito nel provare l’ anteprima di questi librogame.

Il progetto Press Start si articola in 3 diversi libri, ognuno dedicato e ispirato a vecchie glorie da sala giochi e home computer degli anni ’80.

Acheron Books ( editore ) ha ben pensato di concentrarsi su veri propri cult immortali dell’ era videoludica che fu, ovvero Ghosts ‘n Goblins/Ghouls ‘n Ghosts, Street Figheter 2/King of Fighetrs e Ninja Gaiden/Shinobi/Ninja Warriors.

Ed ecco quindi che dalle solide basi di cui sopra prendono forma, in dettaglio:

Ghasts ‘n Gremlins – Un librogame nello stile dei classici platform dove il lettore controlla la valorosa principessa Priscilla che deve affrontare orde di mostri per salvare il suo amato cavaliere rapito da una terribile demonessa. La salute di Priscilla e i suoi poteri speciali sono racchiusi nella scintillante armatura che indossa, e durante l’avventura troverete armi sempre più efficaci, bonus segreti e misteriosi tesori nascosti nei vari livelli di gioco

Games of Death II – Un librogame picchiaduro per un giocatore, che impersona uno dei contendenti del più grande torneo di arti marziali del pianeta. Per concludere la partita e vincere il torneo, dovrete sconfiggere uno dopo l’altro i vari combattenti della sfida, ciascuno dotato di mosse e statistiche speciali. A disposizione diversi personaggi giocabili, ciascuno con barre di energia, potenza e fiato diverse, colpi segreti e attacchi unici!

Shugendo – Un vero e proprio librogame hack-and-slash, i mitici platform di combattimento a scorrimento, dove il lettore è chiamato a impersonare il ninja Mark Hitomaro, che deve affrontare un’intero esercito di temibili avversari, membri del clan degli “Spettri”. Affronterete diverse missioni al cardiopalma divise in livelli, per condurre Mark fino al quartier generale dei nemici, con dei boss portentosi alla fine di ogni quadro.

Impressioni one-shot

Parliamo, come già anticipato, di librogame che non introducono chissà quali novità a livello di meccaniche, mantenendo la forma più classica della narrativa “giocosa” a bivi, con tanto di prove da superare e risvolti di trama che saranno tutti nelle mani del lettore/giocatore, con tanto di Game Over.

Ma tralasciando il modo, che ripeto è classico e quindi familiare ai più, la cosa che più ci ha colpito è quanto una breve anteprima di gioco ci abbia trasmesso a livello di esperienza ed emozioni.

Il poter leggere e di conseguenza immaginare la situazione, è quel qualcosa che rende questi libri unici.

Le scelte che vengono proposte sono ben calate nel contesto arcade e questo permette di sentirsi come di fronte ad un vero cabinato senza la frenesia del videogame ma con tutta la possibilità di vivere ogni momento nel profondo, costruendo intorno a se la scena di gioco, con tanto di dettagli a corredo che molte volte sfuggono o sono sfuggiti, joystick alla mano.

Anche le scelte proposte non sono mai scontate e riflettono tutte le azioni possibili; ad esempio ci possiamo trovare in situazioni dove viene chiesto che se vogliamo colpire da accucciati, colpire verso l’ alto oppute tentare la fuga in rush.

Dai, non vi sentite davanti ad una classica situazione di Ghost ‘n Ghoulsiana memoria ( passatemi il termine, ndr ) ?

A corredo dei testi ci sono anche delle illustrazioni in pixel art che aiutano ancora di più l’ immedesimazione e che sono di assoluto pregio.

Non posso che non menzionare la struttura a stage ( che poi sarebbero i capitoli ) e la possibilità di inserire altri gettoni in caso di Game Over, oltre a tantissimi altri dettagli come le combo e le mosse speciali oppure la possibilità di riuscire a terminare tutti gli stage con un solo gettone ( la vera sfida per ogni gamers che si rispetti ).

La scrittura è coerente e fluida, senza mai risultare pesante, distribuendo in maniera equa scena, dettagli e azioni.

Non mi dilungherò oltre e se il buongiorno si vede dal mattino, sarà sicuramente una bella giornata di sole splendente.

Se amate i librogame, i retrogames, siete dei nostalgici frequentatori di sale giochi o anche semplicemente siete alla ricerca di qualcosa che possa trasportarvi in altri tempi facendovi respirare aria a base di pixel e gettoni, non perdete tempo e accaparratevi questi libri.

Non ve ne pentirete.